Quanto costa un Social Media Manager nel 2022?

“Ma quanto mi costa?”. Ammettiamolo, questa è una delle primissime domande che si pongono le aziende, gli imprenditori e i professionisti quando prendono in considerazione l’ipotesi di affidare ad una risorsa esterna la gestione dei propri canali sui social network o di altri spazi digitali dove si parla del proprio brand.

Per provare a rispondere a questa domanda, innanzitutto è necessario sfatare qualche mito assai fuorviante. La prima “trappola” in cui si può cadere è pensare che chiunque, nella pratica, sia in grado di gestire un profilo o una pagina social. Perché dopotutto chiunque ha già almeno un profilo o una pagina personale che è abituato a controllare, chiunque ormai sa usare un computer, ma soprattutto, essere presenti sui social network è gratis, perciò quanto potrà mai essere difficile?! Se si parte da questi presupposti, si rischia di commettere una pericolosa leggerezza.

La gestione delle espressioni digitali del proprio brand (che sia aziendale o personale) sui social network non è affatto semplice, e merita una buona dose di attenzione, competenza e soprattutto un budget per Social Media Manager adeguato.

1) Chi è il Social Media Manger e cosa fa

Il SMM è una figura professionale in grado di far ottenere al vostro brand una maggiore e più efficace visibilità online attraverso i canali social che si intende presidiare.

I social network sono una seconda vetrina per la vostra attività, attraverso cui mettere in mostra il brand, i prodotti, le offerte, la storia e l’evoluzione di un business. Il Social Media Manager è quel* professionista che si occuperà per conto vostro di:

  • Analizzare, definire gli obiettivi e pianificare una Strategia -organica e a pagamento- di Comunicazione Social per il brand, stabilendo un piano editoriale periodico (Social Media Plan) per restare in contatto con il proprio pubblico e raggiungere nuovi potenziali clienti.
  • Progettare il calendario editoriale dei contenuti social, realizzarli e programmarli su tutti i canali presidiati dal brand (articoli per il blog, post social, video, infografiche, fotografie, newsletter, ecc.).
  • Aggiornare il blog aziendale in ottica SEO, per stimolare la crescita organica del brand sui motori di ricerca.
  • Pianificare la strategia pubblicitaria del brand sui canali social, realizzando, monitorando e ottimizzando le campagne su Facebook Ads, Instagram Ads, LinkedIn Ads.
  • Gestire l’attività di Social Media Community Management, che comprende la moderazione delle interazioni (commenti, recensioni, messaggi privati, mail, ecc.) e l’individuazione delle situazioni di “crisi”, su cui eventualmente richiedere l’intervento dell’azienda o del professionista stesso.
  • Monitorare e proporre nuove strategie o nuove modalità di gestione dei canali social per migliorare l’immagine del brand online in funzione di obiettivi specifici (aumentare i follower/fan, implementare la brand awareness, stimolare gli utenti ad eseguire azioni specifiche dentro o fuori l’ambiente social, ottimizzare l’esperienza dell’utente e accompagnarlo fino all’acquisto di un prodotto o servizio, eccetera).

Tutte queste attività possono tradursi in poche ore di lavoro al mese così come moltissime: dipende dal livello di profondità con cui si vogliono portare avanti le singole voci, e da quanto lavoro viene “anticipato” dal cliente o affidato direttamente al* SMM (ad esempio, a chi spetta la realizzazione di foto, video, grafiche, banner?).

cosa fa il social media manager

2) Social Media Management: L’arte di essere presenti online

Il Social Media Management – ovvero la gestione professionale dei canali social – è una vera e propria professione che richiede studio, preparazione teorica e pratica, ed un costante aggiornamento. È un lavoro a tutti gli effetti, e in quanto tale dev’essere affidato ad un* professionista competente, possibilmente con una formazione specifica nell’ambito del Marketing, della Comunicazione, del Project Management o di Economia aziendale.

Leggi anche il nostro articolo : Consulenza social media marketing, costi vantaggi e strategie

3) Cosa significa gestire i social media

Per poter ottenere dei risultati concreti dalla presenza online sulle piattaforme di social networking non basta pubblicare qualche immagine di tanto in tanto o “Mettere in evidenza” un post investendo qualche euro con la speranza che lo vedano “tutti”. Quello che manca a queste azioni per poter davvero funzionare in termini di risultati di business è una STRATEGIA. Un piano strategico preliminare, con obiettivi specifici, realistici e misurabili, condiviso tra il Social Media Manager professionista e il cliente. In una strategia di comunicazione di questo tipo, la campagna pubblicitaria social sarà solo uno dei tanti tasselli da mettere insieme per generare risultati tangibili, parallelamente all’attività organica (cioè non a pagamento) sui vari canali social.

Un* SMM professionista generalmente si occupa di molteplici attività all’interno della strategia di comunicazione:

  • definisce il o i target della comunicazione online del brand, individuando le diverse tipologie di pubblico a cui l’azienda o il professionista deve rivolgersi per massimizzare le conversioni, e sviluppando una comunicazione ad hoc per ciascuno di questi target;
  • progetta graficamente i contenuti organici e a pagamento da utilizzare nelle pubblicazioni “in chiaro” sui canali social e nelle diverse campagne sponsorizzate, selezionando o creando da zero le giuste immagini;
  • elabora i testi che accompagneranno tutti i post e le creatività sui social (l’attività vera e propria di copywriting);
  • seleziona le tipologie di campagne social più adatte per il raggiungimento dei singoli obiettivi strategici del brand, diversificando e ottimizzando le sponsorizzazioni grazie ad un monitoraggio costante dell’andamento di ciascuna inserzione pubblicitaria.

L’attività di Social Media Management non si esaurisce certo in questi compiti, né esistono dei “pacchetti standard” di azioni replicabili per ciascun cliente. Di conseguenza, anche i prezzi per la gestione di pagine e profili social sono modulabili a seconda degli obiettivi di business e delle attività necessarie per ciascun brand.

4) Quanto costa un* (brav*) social media manager nel 2022?

L’unica risposta corretta e realistica è: “dipende”. Dipende da molteplici fattori, perché ciascuna azienda, imprenditore o libero professionista necessita di un SMM unico, diverso da quello che servirà ad altri, che persegua i propri obiettivi e risponda ai propri bisogni.

Se però vogliamo mettere sul piatto qualche cifra, il costo di un* Social Media Manager potrebbe variare dai 250,00 € ai 2.000,00 € al mese, a seconda della grandezza del brand, del numero di canali da presidiare e delle risorse su cui può contare – come la notorietà, le community di fan/clienti, reputazione, i contatti dei clienti (ad esempio sotto forma di liste di mail), il traffico al sito.

Nel caso di una PMI che richiede un preventivo per la gestione social, ci si può aspettare una tariffa variabile tra i 300/400,00 € e i 2.000,00 € al mese per gestire il proprio profilo/pagina ufficiale su DUE canali (es. Facebook e Instagram, LinkedIn e Facebook, Instagram e YouTube, ecc.). Per ogni canale aggiuntivo su cui si vuole essere presenti, indicativamente si dovranno aggiungere dai 200,00 € ai 1.000,00 € in più al mese.

Un* Social Media Manager professionista può farsi carico anche di altre attività, di servizi aggiuntivi e paralleli al social media management, proprio in funzione delle specifiche esigenze di ciascun cliente, azienda o professionista.

  1. Progettazione e realizzazione grafica dei contenuti da diffondere sui social network presidiati, se non vengono direttamente forniti dal cliente (si intendono foto, infografiche, immagini post-prodotte, video ecc.): costo tra i 200,00 € e i 900,00 € mensili, che dipendono molto dal fattore foto/video – la cui produzione di qualità è fondamentale per un’azienda medio-piccola.
  1. Avviamento e monitoraggio delle campagne pubblicitarie sui social, che solitamente NON include il budget direttamente investito sulle piattaforme di adv social (che rimane una voce a sé investita nel canale social), ma può essere quantificato in una percentuale del budget dedicato alle campagne.
  1. Gestione del Blog aziendale e diffusione dei contenuti (blog-post) a mezzo social: costo dai 400,00 € ai 1.200,00 € in base agli obiettivi dell’attività, dalla frequenza di pubblicazione degli articoli, dalle traduzioni in lingua richieste, e ovviamente dalla qualità del testo che si richiede.
  1. Realizzazione e invio di Newsletter alla/e mailing-list a disposizione del brand:
  1. Influencer Marketing: costo variabile tra i 200,00 € e i 1.000,00 € al mese per le piccole-medie imprese che vogliono coinvolgere personaggi “social” noti nel proprio settore o content creator specializzati nel proprio segmento di mercato, che sono in grado di offrire maggiore visibilità e un “accreditamento” sincero del brand all’interno della community sensibile e attiva del singolo micro-influencer.

È senz’altro vero che decidere quali servizi di Social Media Marketing saranno necessari per garantire il miglior ritorno possibile sull’investimento non è semplice né immediato. È una valutazione impegnativa, ma un* Social Media Manager serio saprà consigliarvi anche questo: su quali canali social è davvero opportuno che voi siate presenti, quali attività vale la pena di portare avanti, quali strumenti e quali contenuti saranno efficaci con il vostro target, eccetera. L’unica costante da cui qualunque SMM professionista non potrà mai prescindere, se vuole offrire un servizio serio e profittevole, è l’advertising: ad oggi, fare pubblicità al proprio brand sui canali social è probabilmente l’attività centrale di tutto il Social Media Marketing.

costi piano editoriale social media

5) Come e perchè variano i costi di un social media manager

Destreggiarsi nell’universo del Social Media Marketing e capire quanto è giusto (o, per meglio dire, utile e realmente efficace) spendere per i servizi di questo settore è tutt’altro che semplice.

I prezzi di gestione dei canali social che vi abbiamo presentato sono assolutamente indicativi, e la loro (estrema) flessibilità dipende, come già accennato, dalla “intensità” delle attività incluse ma anche dai diversi livelli di esperienza e professionalità del* Social Media Manager a cui ci si affida.

È sempre buona regola guardare con scetticismo a quanti offrono pacchetti pronti ad un prezzo fisso. Ciascun cliente è diverso dagli altri, e un professionista serio dev’essere in grado di valutarlo nella sua unicità, proponendo una soluzione strategica personalizzata. Millantare strategie universali, infallibili e adatte a tutti è segno di scarsa professionalità e di poco rispetto per il cliente – con i suoi bisogni, le sue caratteristiche e le sue ambizioni – che si ha di fronte.

Le tariffe dei Social Media Manager sono modulabili per natura, perché devono essere in grado di adattarsi alle diverse realtà e necessità dei clienti che richiedono il servizio. In questo caso, adottare parcelle flessibili non è un demerito o un segno di scarsa professionalità. La verità è che non è realistico pensare che una piccola attività o un singolo professionista che fa i primi passi nel suo settore possa investire le stesse cifre di una grande azienda affermata o di una multinazionale.

Essere flessibili e sensibili alle possibilità di spesa dei singoli clienti è un modo per garantire sempre e comunque il miglior servizio possibile al miglior prezzo (per il cliente), ma non deve mai significare svendere o banalizzare la propria professionalità.

quanto costa un social media manager

6) Quanto costa la gestione di una pagina Facebook?

Entriamo più nel dettaglio dei costi di gestione di una singola risorsa social: la Pagina Facebook ufficiale dell’azienda o del professionista.
Le variabili che determinano i prezzi per gestire una pagina Facebook sono diverse:

  • servirà aprire ex novo la pagina Facebook oppure bisogna subentrare nella sua gestione
  • il numero dei post che si vogliono pubblicare mensilmente (o settimanalmente)
  • la creazione in anticipo di un calendario editoriale social con cadenza mensile o trimestrale che dia un’anteprima dell’attività social nel periodo considerato
  • il livello di approfondimento tematico necessario per la creazione dei post
  • la disponibilità o meno del materiale grafico/fotografico che, se non viene fornito dal cliente o da suoi fornitori terzi, dev’essere realizzato in toto dal SMM
  • l’attività di moderazione della community con risposte ai commenti e ai messaggi privati
  • la reportistica relativa all’andamento organico e a pagamento della pagina
  • l’integrazione dell’attività di pubblicazione sui social con altre attività, team di lavoro o strutture interne/esterne all’azienda

In base a questi parametri – e ad altri che dipendono dal cliente e dagli obiettivi che si vogliono raggiungere tramite i social – si potrà stabilire il costo di gestione di una Pagina Facebook, che comunque non potrà mai essere inferiore ai 100,00 € al mese (budget adv escluso). Questo sarebbe il caso meno impegnativo di gestione del canale Facebook, con una bassa frequenza di pubblicazione (4 post al mese) e con i contenuti interamente forniti dal cliente, poca moderazione della community richiesta e campagne adv sporadiche.

Se invece si iniziano a comprendere nell’attività di Social Media Management anche altre delle attività precedentemente citate, fino ad arrivare alla gestione completa della risorsa social compresa la creazione dei contenuti (sia visivi che testuali) e la moderazione della community, si può legittimamente presentare un preventivo per gestione della Pagina Facebook di 600/700,00 € al mese.

costi gestione pagina facebook

7) Investire nel Social Media Management conviene!

Affidarsi ad un* social media manager freelance o comunque a professionisti esterni è un’opportunità preziosa per qualunque azienda o imprenditore o libero professionista. Soprattutto se il vostro è un brand medio-piccolo, locale e con un raggio d’azione piuttosto circoscritto. La domanda di figure di questo tipo è in continua crescita – con un boom senza precedenti dal 2020 – e lo sarà ancora di più nel 2022, perché grazie al Social Media Manager potrete strutturare professionalmente la vostra presenza online, in maniera corretta ed efficace in base ai vostri obiettivi di business.

Proprio in virtù del fatto che si tratta di una professione molto articolata e non standardizzata, i risultati di queste attività di gestione dei social non sono immediati, ma vanno calcolati fin da subito sul medio-lungo periodo.

Sei pronto a scoprire le potenzialità dei Social Media per il tuo brand e a far crescere la tua azienda? Ti accompagneremo in un percorso di crescita online personalizzato integrando anche attività di web marketing specifiche come la SEO per dare valore al tuo business.

RICHIEDI UN PREVENTIVO PERSONALIZZATO SENZA IMPEGNO, fornendoci le indicazioni base sull’attività Social che vuoi intraprendere.

contattaci-ora

Agenzia Righetti